alpe di siusi seiser alm

CONSIGLI AGLI ESCURSIONISTI OCCASIONALI

Questa nota è rivolta agli escursionisti occasionali, poichè chi si dedica alla disciplina con una certa assiduità ormai si sa bene orientare sia nelle scelte dei materiali che nell'equipaggiamento da usare. Lo zaino. In commercio se ne trovano di tanti tipi, basta scegliere quello adatto all'attività che si ha intenzione di svolgere. Per una gita di un giorno uno zaino di 35/40 litri è più che sufficiente a contenere con una certa comodità di spazio tutto quello che serve; abbigliamento, attrezzatura e cibo.
Nell'ambito dell'equipaggiamento la calzatura è sicuramente la cosa più importante; risparmiare su tutto ma non sulle scarpe che devono essere comode e al tempo stesso funzionali. Non esiste cosa peggiore che trovarsi nel bel mezzo di una gita con i piedi doloranti, magari per avere fatto economia sulla scelta delle calzature.
Per gite di un giorno (ma anche di più giorni) alle quote medio basse, può bastare una pedula leggera; consente di avere una buona aderenza e una particolare sensibilità su qualsiasi tipo di terreno. Riguardo alla suola, la vecchia "Vibram" è tutt'ora sempre molto valida. Se prevedete di fare gite anche su neve, allora bisognerà pensare ad uno scarpone più robusto semi rigido, sempre con suola in gomma. Come per le pedule anche gli scarponi sono da scegliere con cura e senza fretta, provandoli e riprovandoli più volte (ovviamente con calzettoni di lana), su brevi percorsi, prima di passare all'uso definitivo in ambiente.
Indumenti. Anche in questo campo non c'è che dà scegliere. Orientarsi preferibilmente su indumenti in tessuti che consentano una corretta traspirazione e che si asciughino in fretta come pantaloni in scholler, magliette in capilene, maglioni in pile, giacche a vento in goretex. È buona norma vestirsi a strati (a cipolla, come si usa dire) per potersi togliere e mettere gli indumenti in funzione
alle variazioni ambientali e "meteo", che in montagna come ben si sa, possono mutare in fretta.
Nello zaino mettere inoltre un paio di guanti, un cappello, un poncho sufficientemente largo per coprire anche lo zaino e un ricambio. Anche se la gita prevede poche ore di cammino portarsi qualche cosa da mangiare e soprattutto, da bere. Per quanto riguarda il cibo si consiglia di evitare cibi troppo piccanti e poco digeribili; ognuno poi ha i suoi gusti e conosce le proprie abitudini alimentari. Una cioccolata a volte può essere risolutiva nei momenti di crisi; ottima la frutta fresca di stagione.
Naturalmente non ci dimenticheremo di munirci della cartina della zona, meglio avere una bussola e un fischietto da tenere in tasca e da usare in caso di necessità; per segnalare la propria posizione in caso di nebbia o per una richiesta di soccorso.

 

 
Home Page E-mail Meteo Live cams Alpe di Siusi Hotels e rifugi