alpe di siusi seiser alm
GLI ITINERARI

• MONTE PANA - ALPE DI SIUSI (Seiser Alm)
Punti di appoggio lungo il percorso: alberghi a Malga Saltaria. (immagine 2)
Caratteristiche: percorso completamente pistato che può essere percorso però senza particolari difficoltà anche senza battitura meccanica. Permette un interessante collegamento tra Santa Cristina (St. Christina) e l'Alpe di Siusi. Possibilità di noleggio materiale sia a Santa Cristina che all'Alpe di Siusi.
Pericoli: nessuno.
Descrizione: da Monte Pana si segue la pista omonima sino al bivio per la pista dell'Alpe di Siusi. A questo punto, invece di dirigersi ad Est, si prosegue tenendosi a mezza costa nel bosco in direzione Sud Ovest. Brevi discese e salite si alternano di continuo sinché si giunge sulla strada che collega Malga Saltaria con Ortisei (St. Ulrich) a circa 1600 m. Si prosegue verso Sud lungo la strada o, se aperta, nei prati circostanti. Raggiunti gli alberghi di Malga Saltaria si inizia a risalire, con ampie curve, la svasatura che sale piuttosto ripida tra il Col di Valle (Col dal Fil) e il Col del Lupo (Wölfbühel).
Dopo numerose risvolte ed aver superato tratti piuttosto inclinati si giunge sulle ampie spianate superiori ove transita la pista n. 3 di Siusi; seguendola si giunge all'Albergo Ritch. 13 km, nel complesso media difficoltà. Ore 2/2,30.
Escursione in senso inverso: la discesa dall'Alpe di Siusi a Malga Saltaria è difficile, mentre il resto del percorso non presenta particolari difficoltà.

• ALBERGO RITCH - ALBERGO PUNTA D'ORO (Goldknopf) - CASA DEL T.C.I. - RIFUGIO MALGA GIOGO (Zallinger) - MALGA SALTARIA ALPE DI SIUSI (Seiser Alm) (immagini 3 e 4)
Punti di appoggio lungo il percorso: Malga Molignon e Rifugio del Giogo (Zallinger).
Caratteristiche: percorso in ambiente di alta montagna in parte lungo piste o strade battute. Nel tratto centrale vi è però una zona che per il terreno deve essere considerata adatta solo a fondisti esperti di sci escursionistico.
Panorama spettacoloso sul Gruppo del Sasso Piatto (Plattkofel) e del Sassolungo (Langkofel).
Pericoli: il tratto tra la Casa del T.C.I. e la Malga Giovo (Zallinger) si svolge su di un pendio abbastanza inclinato e deve essere percorso solo in condizioni di neve sicura.
Descrizione: dall'Albergo Ritsch si imbocca la pista " Joch " sino all'Albergo Punta d'Oro (Goldknopf), di qui si prosegue in direzione Sud Est, o lungo la strada che porta a Malga Molignon (sempre innevata) oppure sui pendii, alquanto ripidi, circostanti. Raggiunta la malga a q. 2054, si prosegue in una valletta sino a raggiungere, dopo una breve ma ripida discesa, un torrentello che scende dai Denti di Terrarossa.
Superatolo si deve risalire un canaletto ripidissimo, ma breve, al di sopra del quale il pendio si spiana e conduce al vasto fabbricato della Casa del T.C.I., 2143 m. Il rifugio d'inverno è chiuso e può quindi essere utilizzato solo come punto di appoggio d'emergenza.
Invece di proseguire verso Sud in direzione del Passo Duron (o sella di Cresta Nera/Mahlknecnt j.) 2187m, lungo la carrareccia che scende poi a Campitello di Fassa, si inizia una lunga traversata a mezza costa nei pendii settentrionali della Palaccia, prendendo come punto di riferimento la piccola elevazione nei pressi di Malga Giovo. Questo tratto, benché non particolarmente impegnativo né pericoloso, richiede una certa sicurezza e neve assestata. Si raggiunge così dopo un'ultima discesa più accentuata la Malga Tomaset 1998 m. Dalle case si scende un poco lungo una carrareccia in direzione Nord. Intorno a q. 1950 si taglia sulla destra, valicando un torrentello, prima assai incassato e non facilmente traversabile e si giunge così alle case di q. 1944. Da qui si prosegue nel bosco a mezza costa sino alla q. 1952 I.G.M., da dove si raggiunge senza particolare difficoltà, lungo una mulattiera segnalata, la Malga Stampi (Stampf) 1997m. Da queste case lungo una stradetta si risale a Malga Giogo (Zallinger) 2036 m
Dal rifugio, invece di proseguire verso Nord Ovest per una pista segnalata che porta alla stazione di arrivo della seggiovia proveniente da Saltaria, si punta verso Est-Nord Est e si raggiunge la sella q. 2061, al di sotto della quale si apre l'ampia spianata dell'Alpe del Comune (Communweiden). Si scende utilizzando come direzione la stradetta carreggiabile (segnavia 7), talora aperta, e si giunge così, con qualche tratto un po' ripido, a q. 1907 dove la carrareccia si immette, con una curva netta verso destra, nel Bosco dei Buoi (Ochsenwald), verso la q. 1844. Si sbuca nell'ampia spianata prativa di Prensules che si discende in direzione Ovest sino a portarsi sulla strada carrozzabile, sempre aperta ma innevata, che collega l'Alpe di Siusi a Monte Pana.
La si segue, senza difficoltà, sino a Malga Saltaria e da qui per l'itinerario E 16 si risale al punto di partenza. 28 km, difficile, un paio di tratti molto difficili con cattive condizioni di neve. Ore 5,30/6,30.

• Itinerario in senso inverso: l'itinerario non presenta particolari difficoltà salvo che nel breve tratto sotto la Casa del T.C.I. che in discesa deve essere senz'altro effettuato senza sci.

• Varianti:
1) Dalla Casa del T.C.I. si può discendere direttamente a Malga Saltaria per una stradetta che si abbassa con numerosi tornanti. Il primo tratto è scoperto e piuttosto ripido, in seguito si entra nel bosco e l'itinerario si fa un poco più agevole. Si tenga presente che da Malga Saltaria la strada è aperta verso monte almeno sino al bivio per Malga Giovo. 5km, difficile.
2) Dall'Alpe del Comune (Communweiden) si può risalire a mezza costa sino al Piz da Uridl, 2101 m, dal quale, compiendo un ampio semicerchio in direzione Nord, per una striscia prativa con radi alberi ci si abbassa alla spianata di Prensules. 4km, difficile.
3) Da Malga Saltaria si può risalire direttamente con qualche tratto un po' ripido verso il Giogo (Joch) 2009m. 4km, media difficoltà.
4) Dal centro principale dell'Alpe di Siusi si può salire direttamente al Giogo (Joch), oltre che per seggiovia, lungo due itinerari più o meno paralleli che partono il primo dal piazzale e il secondo dall'Albergo Steger Dellai. Questi brevi itinerari facili in salita sono fattibili (media difficoltà) anche in discesa.
5) Dall'Eurhotel si sale in seggiovia a q. 2119 sull'ampia spianata della Bullaccia (Pufflatschalpe). Su questo piccolo altipiano si può compiere un giro sino alla calotta sommitale del Monte Bullaccia (Pufflatsch) 2174m. 5 km, facile

- Cartina: immagine 2 -
- Cartina: immagine 3 -
- Cartina: immagine 4 -
- Nella neve -
 

 
Home Page E-mail Meteo Live cams Alpe di Siusi Hotels e rifugi